I DANNI SUBDOLI DEI PESTICIDI SULLE API


Noi apicoltori siamo convinti che dove vengono usati pesticidi e diserbanti , le api muoiono e finisce la storia.

La realtà è totalmente diversa, infatti, l’utilizzo di queste sostanze è endemica su tutto il pianeta. Ogni anno, sempre più alveari vengono esposti ad intossicazioni subdole, che non creano mortalità ma hanno portato una serie di nuovi problemi , responsabili del lento ma continuo declino dell’ape.

Alcuni studi, effettuati da Carolina Mengoni Goñalons e Walter Farina, dell’ Università di Buenos Aires, hanno dimostrato che l’esposizione a tale sostanze, non solo colpisce le api al raccolto, nel loro ultimo periodo di vita accellerandone la morte, ma intossicano anche le api giovani e le giovani larve che vengono nutrite e/o maneggiano polline contaminato. Questo compromette alcune funzioni sensoriali delle api e lo studio dimostra che non riescono più a distinguere alcune cose fondamentali, come il sapore dolce o l’odore dei fiori.

La combinazione di pesticidi e diserbanti, per riassumere la ricerca :

  • compromette la capacità dell’ape di distinguere bene sapori e odori
  • a livello cognitivo e comportamentale, le giovani api non riescono ad imparare la differenza tra due odori diversi

tutto ciò, va a compromettere la capacità di impollinare bene il territorio e di discriminare o riconoscere su quali fiori è meglio andare, compromettendo anche la produzione di miele.

AnonimoApicoltore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

5 piccole scelte per salvare le api e il Pianeta

Gio Lug 4 , 2019
Anche tu , che te ne stai in canottiera davanti questo schermo, puoi dare un enorme contributo al Pianeta con delle piccolissime azioni.